smart angel

Piattaforma cloud-mobile a sostegno dell'autonomia dei disabili intellettivi

SMARTangel è un progetto di ricerca industriale e sviluppo sperimentale cofinanziato tramite il Programma Attuativo Regionale del Fondo Aree Sottoutilizzate della Regione Liguria 2007-2013 (PAR-FAS)

Finalità

SMARTangel è finalizzato a supportare, in maniera non invasiva il processo di autonomia di persone con disabilità intellettiva sia per quanto riguarda gestione degli spostamenti urbani che il sostegno alla dimensione abitativa.

Destinatari

SMARTangel è indirizzato prevalentemente a persone con disabilità intellettiva media o medio-grave in età post-scolare, con particolare riferimento alle persone con sindrome di Down.

Una persona sopra la nuvola che tende la mano ad un altra che sta tentando di salire con l'aiuto di una scala Il titolo del progetto richiama l’idea di un compagno, un angelo custode che dà suggerimenti e consigli senza limitare lo spazio dell’autonomia personale. SMARTangel non intende semplicemente sviluppare aiuti “esterni” che permettano al soggetto di svolgere un’attività o di raggiungere una meta prestabilita, ma lavora attorno a un concetto più ampio e radicale di “abilitazione” all’autonomia; intende valorizzare la capacità discrezionale del soggetto disabile e metterlo in condizione di affrontare e risolvere non solo problemi specifici e contingenti ma classi di problemi, anche di natura diversa, purchè alla sua portata. Il progetto con l’obiettivo di studiare e formalizzare un modello di supporto al processo di autonomia di persone con disabilità intellettiva segue tre principali linee di intervento:

Tre blocchi ritraenti tre fasi di intervento per l'aiuto alla disabilità intellettiva'

L’azione verso la vita autonoma è sostenuta tramite un intervento riabilitativo iniziale basato sull’utilizzo di giochi educativi che sfruttano anche dispositivi ICT di ultima generazione (es. Oculus Rift per l'immersione in una realtà virtuale e Microsoft Kinect per l'interazione attraverso i movimenti naturali); tali giochi serviranno da palestra per l’acquisizione e il mantenimento di determinate abilità che sono importanti di per sè e, di fatto, propedeutiche rispetto alle fasi successive di conquista di una maggiore autonomia.

Modelli, strumenti “mobili” e servizi “in cloud” verranno poi integrati per favorire l’azione protesica verso l’indipendenza e contempleranno sia sostegno allo svolgimento delle azioni quotidiane sia all’orientamento. L’utilizzo del servizio in cloud e di dispositivi mobili dotati di GPS permetteranno di monitorare da remoto posizione e prestazioni della persona, garantendo la presenza di un tutor virtuale non invasivo che lo accompagnerà con discrezione, nel rispetto dell’autonomia decisionale.

Il risultato del progetto sarà l’insieme di prodotti ICT e metodologie per l’erogazione di sevizi di riabilitazione. Le soluzioni sviluppate vogliono andare incontro alle esigenze di una maggior sostenibilità degli interventi riabilitativi sia presso i centri di riferimento nel territorio sia presso le case famiglia e promuovere dignità e indipendenza nella persona con disabilità, con un contestuale miglioramento della qualità di vita, che è appunto il fine ultimo di qualsiasi intervento di riabilitazione/abilitazione.

Una persona che, mediante un pennarello rosso su un labirinto disegnato su una lavagna, tenta di risolverlo Oggi per raggiungere l’autonomia abitativa e negli spostamenti i ragazzi con un ritardo nello sviluppo delle abilità cognitive vengono di norma inseriti in percorsi multidisciplinari molto impegnativi che richiedono anni e la costante presenza e assistenza di figure professionali che giornalmente devono intervenire in maniera personalizzata nelle aree cognitive interessate quali attenzione, memoria, capacità di problem-solving e abilità visuo-spaziali, ma anche sui concetti come la coscienza di sè, la relazione di sè, il senso teorico ecc.

In questa direzione SMARTangel, basandosi su strumenti, metodologie e tecnologie innovative intende fornire un aiuto costruttivo a sostegno all’attività psico-educativa svolta dal personale preposto offrendo un supporto multidimensionale all’autonomia. I modelli e gli strumenti messi a punto nell’ambito di SMARTangel serviranno a dar vita a un servizio originale e sostenibile per favorire l’azione protesica verso l’indipendenza.

contatti

hai domande? scrivici

EVENTI e NEWS

Smart Angel è stata presente alle seguenti manifestazioni:

  • Handimatica, convegno internazionale sull’uso delle tecnologie ICT per la disabilità, Bologna 27-29 novembre 2014
  • Abilitando.it, convegno su tecnologia e disabilità, Bosco Marengo (AL) 25-26 settembre 2015.
  • Festival Supernova, festival dell’innovazione, Brescia 2-3-4 ottobre 2015.

Articoli pubblicati:

  1. Freina, L., Canessa, A. (2015). Immersive vs Desktop Virtual Reality in Game Based Learning. Proceedings of the 9th European Conference on Games Based Learning (ECGBL) (Steinkjer, Norway, October 8-9, 2015), 195-202.
  2. Freina, L., Bottino, R.M., Tavella, M. (2015). Da e-learning a VR-learning: un esempio di learning in realtà virtuale immersiva. Proceedings of EM&M Italia 2015 (Genoa, Italy, September 9-11, 2015).
  3. Freina, L., Caponetto, I. (2015). A Mobile Guardian Angel Supporting Urban Mobility for People with Dementia: an Errorless Learning Based Approach. Proceedings of the International Conference on ICT for Ageing Well and e-Health (Lisbon, Portugal, May 20-22, 2015), 307-312.
  4. Bottino, R. M., Freina, L., Ott, M., & Costa, F. (2015, May). Cloud-mobile Assistive Technologies for People with Intellectual Impairments: A Microsoft Azure-based Solution. Proceedings of the 5th International Conference on Digital Health 2015 (Florence, Italy, May 18-20, 2015), 103-104. ACM.
  5. Costa, F., Freina, L., & Ott, M. A Cloud Computing Based Instructional Scaffold to Help People With the Down Syndrome Learn Their Way in Town. Proceedings of INTED2015 Conference (Madrid, Spain, March 2-4, 2015), 2730-2736.
  6. Freina, L., Busi, M., Canessa, A., Caponetto, I., & Ott, M. (2014). LEARNING TO COPE WITH STREET DANGERS: AN INTERACTIVE ENVIRONMENT FOR THE INTELLECTUALLY IMPAIRED . EDULEARN14 Proceedings, 972-980.
  7. Freina, L., & Ott, M. (2014). DISCUSSING IMPLEMENTATION CHOICES FOR SERIOUS GAMES SUPPORTING SPATIAL AND ORIENTATION SKILLS. ICERI2014
  8. Bottino, R. M., Canessa, A., Ott, M., & Tavella, M. (2014). SMART VIEW: A Serious Game Supporting Spatial Orientation of Subjects with Cognitive Impairments. In Universal Access in Human-Computer Interaction. Universal Access to Information and Knowledge (pp. 489-500). Springer International Publishing.